Per avere addominali NON fare addominali

Sudare, correre, dimagrire, diete, il tutto per avere addominali scolpiti. Ma spesso non funziona. Una piccola guida su cosa NON fare per la prova costume.

Annunci

Non fare crunch per avere la tartaruga, muscoli tonici rimangono comunque sotto.

Non uscire a correre senza una programmazione, perderesti molto tempo perchè se non hai muscoli attivi e un buon metabolismo non è sufficiente.

Niente pancere, pomate o prodotti magici…quelli servono a farti perdere soldi, non grasso.

Un articolo dal tempismo incredibile, adesso che a nessuno gliene importa più niente ecco i trucchi per evitare le mosse più stupide per avere la tartaruga.

Tattica 1: Addominali a manetta

 

Crunch. Ginocchia al petto. Obliqui. Sit up. Mi sono già stufato di elencarli… tutti i vari esercizi per “rinforzare” gli addominali…si, sempre meglio che stare sul divano, ma anche li dipende. Fare esercizi così selettivi può non essere sempre una bella idea.

 

exercicio-abdomen-sexy11
Crunch, variante perdita del telecomando sotto il divano

 

Il retto dell’addome, come tanti altri muscoli, partecipa all’equilibrio posturale del soggetto. Esercitarlo di continuo, quando si cerca di togliere la panza, sicuramente va a influenzare come il soggetto dispone il corpo nello spazio.

Sia quando è fermo, sia quando si muove. Siccome la maggior parte delle persone è già chiusa, contorta e implosa su se stessa a causa del Mondo che è cattivo, del lavoro, dello stile di vita sedentario, della mancanza di un tono muscolare adeguato, fare altri esercizi che ci raggomitolano potrebbe essere una cattiva idea, finalmente un mito da sfatare.

Anche perché puoi aver degli addominali d’acciaio, ma finché questi sono sotto uno strato di lardo nessuno li vedrà. E il lardo, purtroppo, NON si toglie LOCALMENTE facendo esercizi inerenti a quel singolo distretto o muscolo. Come per avere un bicipite da 40 non lo si ottiene solo facendo curl e similari, ma questo è un argomento un po’ più complesso…

Anche qui, superficialmente, nessun link o studio. Mettete in discussione tutto, informandovi, e magari affidandovi un po’ anche al buon senso.

 

Tattica 2: Corro che mi passa…la pancia.

 

Il fatto che già si sia intuito che c’è qualcosa sopra gli addominali da rimuovere è un passo da gigante. Purtroppo, come tutte le cose che sembrano semplici, è un casino. Come si può pensare che per l’attività di muscolazione ci siano attente e varie programmazioni diverse e per l’attività aerobica invece…basti correre? O pedalare? A caso, come ci sentiamo, a che velocità vogliamo, per quanto ce la facciamo…?

Ok, per milioni di motivi andando a caso può essere più semplice condizionare la propria resistenza piuttosto che variare altri parametri, come la forza. E più si è scarsi e più questo è vero, su tutti i parametri.

…MA…

…per ottenere dei benefici sulla composizione corporea, cioè per cambiare il proprio fisico o il rapporto fra grasso e il resto questo potrebbe non bastare.

Occorre strutturare anche l’esercizio aerobico. Inserirlo con progressione, propedeutica e variabilità.

ESEMPIO:

Se per dimagrire andiamo sempre a correre, sempre circa lo stesso tragitto o stessi km, sempre andando a una velocità costante (a prescindere da quale sia), è probabile che stiamo perdendo un po’ di tempo.

Ok, c’è qualcuno che ogni tanto aumenta la velocità media, o di qualche km il percorso…ma non ci siamo comunque.

 

download

 

E’ necessario programmare anche questo, alternare le metodologie (sessioni di ripetute, interval training, scatti), lo stimolo (esercitandosi solo nella corsa poi si diventerà più efficienti sul gesto e inciderà meno sul condizionamento cardio-polmo-sfinter-aerobic-circolatorio…e la panzetta) e organizzando la giusta progressione.

Sembra che Boyle un po’ di tempo fa mi sembra abbia scritto una cosa che condivido, molto simile a questa:

“bisogna essere in forma per correre, non correre per mettersi in forma”

Altro fatto fondamentale è che se prima di tutto il nostro metabolismo non è “attivo” (delego ogni responsabilità al project che non me la sento di prendere questa patata bollente), anche migliorando il fiato non è che brucio tutto questo grasso superfluo restando poi solo con la maestosa figosità suprema.

 

Tattica 3 Attrezzucci, creme, fasce, l’oroscopo.

 

fitness

Questo merita un capitolo a parte perché mi da alquanto fastidio che certi amici un po’ abili nel marketing speculino sull’ignoranza di una certa utenza, rubando soldi e anche qualche speranza. Metto poi tutto sullo stesso piano perché hanno tutti la medesima incidenza, sul dimagrimento almeno.

Sperare, anche inconsciamente, di diventare come i modelli di quelle macchinette comode e colorate da 49,99 in offerta esclusiva facendo i cricetini per 4 minuti al giorno…è fantasioso. Credere che una crema faccia dimagrire o tonificare è assurdo. Comprare corpetti o panciere per sudare è non conoscere la fisiologia.

 

Non che io sappia tutto, anzi… ma almeno non dico frasi al contrario davanti allo specchio aspettando che succeda qualcosa.

Andiamo con ordine.

  • Come spiegato prima non è che se lavoro sull’addominale DIMAGRISCE la parte addominale. Non in maniera significativa, sicuramente. Servono stimoli ben più intensi e globali per cambiare il fisico e per chi dice che almeno così fa un po’ di cardio rispondo che ha scelto un modo originale per farlo male.

 

  • Le creme non fanno dimagrire/bruciare/rassodare. Neanche tonificano o drenano…il massaggio per applicarle forse lo permette, momentaneamente. Purtroppo la triste verità, come dicono nei corsi di formazione del mio settore, in tutto l’universo è solo all’interno del mitocondrio che si bruciano i grassi. Nelle creme non ci sono mitocondri, ne sostanze che li attivano magicamente perché il corpo è più complicato. Solo attraverso meccanismi complessi, quando si è sani e attivi, c’è la giustificazione a utilizzare una riserva energetica preziosa come il grasso. La pillola magica non esiste, spiacente!

 

medical-681119_1280

 

  • Neanche sudare fa dimagrire ovviamente. Fa diminuire il peso perdendo dei liquidi…ma è transitorio e poi è necessario riacquisirli. Se le condizioni climatiche, fisiche o metaboliche portano il corpo a una temperatura superiore a quella che ci serve, rilascia del liquido per raffreddare. Liquido necessario che poi cercherà di ricostituire…quindi sudare, e soprattutto localmente, non è la soluzione. Gente che corre in felpa o k-way ad Agosto ne ho vista anche questo anno, purtroppo.

 

Tattica 4: Dieta famosa/di moda

 

books-1194457_1280

 

Nooooooo, vi prego dai. Un ottimo modo per compromettere per sempre il proprio metabolismo è farlo soffrire facendo dei regimi alimentari forzati ed estremi.

Seguendo i dettami del buon senso, quelli della mamma o della nonna, già si risolvono molti problemi. Ovvio che se uno mangia troppo rispetto a quello che spende, porcherie varie (sappiamo tutti quali sono) e in maniera non equilibrata a livello di nutrienti e orari sarà compromesso il risultato. Ma è altrettanto vero che una volta che s’inseriscono le cosette integrali, frutta e verdura, acqua e qualche pippa di frustrazione, spesso può non bastare. E a volte basta mangiare meno per avere risultati.

Anche qui dipende dal metabolismo e dalla genetica, non si può improvvisare. Non con le varie diete …la zona, la paleo, la cuculo o altre è improbabile siano specificatamente adatte per tutti. Avranno tutte le loro caratteristiche positive e negative, ma non saranno adatte in ogni caso.

Ovvio che una qualsiasi dieta è probabile che a breve termine sia meglio che MC Donald ogni giorno, ma non per merito della dieta…per demerito dell’alimentazione di prima.

Piuttosto sarebbe più sicuro e intelligente aggiustare quello che si sa che si sbaglia, variando dolcemente senza brusche e incontrollate variazioni delle calorie introdotte, ma anche questo potrebbe essere non perfettamente adatto. Lo so, è un casino…ecco altre delucidazioni qui.

 

Conclusioni:

 

Quindi che cavolo bisogna fare…?

Ecco…Diciamo sicuramente quello che NON serve fare:

 

  • NON facciamo addominali come se non ci fosse un domani, ma inseriamoli all’interno di attività di muscolazione ADEGUATA.

 

  • NON corriamo o pedaliamo senza meta, Forrest Gump era dolce ma non famoso per la sua arguzia. Facciamo attività aerobica PROGRAMMATA.

 

  • NON compriamo prodotti magici e specifici, risparmiamo quei soldi per comprare alimenti che ci permettono una dieta equilibrata e utilizziamo quel tempo per poterci allenare.

 

  • NON facciamo diete estreme o famose, dell’amico o del personaggio famoso senza prima consultare uno specialista. Se fate di testa vostra rischiate, chiedete piuttosto alla mamma.

 

Purtroppo poi la natura è un po’ bastarda e se hai sempre avuto la pancia probabilmente non avrai gli stessi risultati e/o negli stessi tempi di chi parte un po’ più tirato.

Ma che ci vogliamo fare, inseguiremo il meglio che possiamo. La tartaruga non è tutto nella vita e comunque non sarà mai abbastanza ninja come vorremmo…quindi facciamo del nostro meglio ma una volta che ci saremo applicati l’obiettivo non sarà così poi determinante quanto poi tutto il contorno che abbiamo scoperto sulla strada per inseguirlo.

3 risposte a "Per avere addominali NON fare addominali"

  1. Non sono d’accordo sulle creme, semplicemente per esperienza, se usate costantemente migliorano l’aspetto della pelle, in particolare i fanghi che funzionano per osmosi. Tante volte quello che sembra grasso è solamente acqua. Secondo: sudando non si dimagrisce è vero, ma se uno ha un problema di ritenzione idrica è grasso solo otticamente ed è quella la soluzione migliore, e non è vero che bevendo il corpo recupera i liquidi in eccesso, funziona esattamente al contrario, meno bevo e più trattengo e meno sete ho perché è un sistema di sopravvivenza, il corpo pensa che siamo nel deserto non di certo che siamo pigri.

    Mi piace

    1. Ciao Jessica!
      L’articolo è estremamente base, la ritenzione di cui parlo è ovviamente l’acqua extracellulare, quella che si accumula fuori dal muscolo per vari motivi : ormonali, osmotici (come il rapporto sodio/potassio), di circolazione, ecc…
      Le creme possono essere utili a breve termine e come hai detto esteticamente, perché non influenzano in maniera significativa nessuno dei parametri fisiologici o endogeni elencati prima.
      Per quanto riguarda il sudore, è piuttosto l’attivazione metabolica data dall’esercizio che setta la propria distribuzione di liquidi in maniera più efficace, aiutando a migliorare la ritenzione…ma solo se è un attività muscolarmente o metabolicamente produttiva!
      Andare in bagno turco non eliminerà l’acqua extracellulare e si dovrà semplicemente bere per recuperare i liquidi persi, mantenendo quelli in eccesso…
      Poi ovviamente ogni venditore di creme o panciere dirà sempre la sua splendida, divertente, priva di ogni principio fisiologico, opinione. 😄

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.